I social network ci intasano la Memoria a Breve Termine

Cosa dovevo fare?…….Ah si, scrivere un post!

Prima o poi ce lo avrebbero detto, immaginavo che questo tragico momento sarebbe arrivato. I social network fanno male alla memoria a breve termine.

In che modo? Beh, la memoria a breve termine, diversamente da quella a lungo termine, ha uno spazio molto limitato e ha anche dei limiti temporali. Dunque non si può sovraccaricare perché il rischio è quello di andare in tilt.

Il consiglio di spegnere il computer e prendere le distanze dai social, viene dai ricercatori svedesi: trascorrere troppe ore su Fb e simili può compromettere le capacità mnemoniche e causare la perdita di informazioni importanti.

Schermata 2013-09-30 a 13.55.03

Secondo i ricercatori del KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma in sostanza in una sessione media di social network un utente è sottoposto a una tale overdose informativa da perdere contenuti importanti del proprio archivio per far posto in qualche modo a una nuova mole di dati spesso inutili. Il problema si manifesta nella memoria a breve termine, che in sostanza con Fb o siti simili si intaserebbe. Come suggerisce Erik Fransen, alla guida dello studio, gli effetti di una vita iperconnessa senza pause fisiologiche potrebbero manifestarsi anche sulle capacità mnemoniche, perché quando il cervello va in pausa in realtà è intento a processare informazioni che stanno alla base della memoria a breve e dunque va lasciato lavorare, senza sovraccaricarlo.

 

Dunque che si fa? Si spegne il pc….o si usano post-it e agenda per ricordarsi tutto? 🙂